24 Aprile 2023
17:00

Come prepararsi alla gravidanza: le integrazioni consigliate

Alimentazione, normalizzazione del peso e integrazioni sono elementi fondamentali fin da prima del concepimento. L’ostetrico o il ginecologo potrebbe suggerire a una donna che desidera un figlio di assumere integratori in epoca pre-concepimento. Vediamo quali sono e quali benefici determinano in vista di una futura gravidanza.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Wamily
1 condivisione
Come prepararsi alla gravidanza: le integrazioni consigliate
Ostetrica
Immagine

Per una donna e futura mamma la gravidanza sarà un viaggio molto importante e per questo è fondamentale prepararsi al meglio. Come ripeto quotidianamente, è consigliato assumere integratori in epoca pre-concepimento, ma non tutte le donne necessitano degli stessi integratori e per questo i colloqui con un ginecologo e/o un'ostetrica sono essenziali.

Quali integrazioni sono consigliate

Di seguito indicherò le integrazioni consigliate durante l'epoca pre-concepimento. Con questo articolo non voglio assolutamente sostituirmi ad una consulenza con lo specialista ma desidero soltanto elencarvi le integrazioni e i loro benefici:

  • Acido Folico: è conosciuto anche come Vitamina B9. Le linee guida della Gravidanza Fisiologica consigliano di assumere Acido Folico almeno 3 mesi prima del concepimento e per almeno tutto il primo trimestre di gravidanza. La dose giornaliera consigliata è di almeno 400 microgrammi.
  • Vitamina D: sempre le linee guida della Gravidanza Fisiologica raccomandano l'assunzione di Vitamina D a tutte le mamme che hanno problemi di allergia o intolleranza al lattosio, alle mamme vegetariane e che non amano esporsi al sole.
  • Ferro: il Ferro non viene consigliato a tutte le donne ma soltanto a quelle che in gravidanza avranno un'emoglobina <11 g/dL nel primo trimestre e <10.5 g/dL nel secondo e terzo trimestre.
  • Coenzima Q10: aiuta a fornire energie alle cellule. È una molecola presente in tutto l’organismo ed è fondamentale per il buon funzionamento del corpo umano.
  • Inositolo o Vitamina B7: è un composto di origine biologico strutturalmente simile al glucosio, senza essere chimicamente uno zucchero. Può essere sia assunto da una dieta, sia sintetizzato dall’organismo. In gravidanza l’inositolo può aumentare il naturale livello di progesterone e ridurre quindi il rischio di aborto. Attenzione: l'inositolo non viene consigliato a tutte le donne ma soltanto in presenza di alcune situazioni cliniche, per questo è fondamentale il colloquio con lo specialista.
  • Vitamina B12: ha un ruolo essenziale nella produzione di globuli rossi e nella formazione del midollo osseo. Si tratta di una vitamina idrosolubile, cioè non può essere accumulata dall’organismo, ma deve essere assunta tramite alimentazione o integratori alimentari.
  • Zinco: è un minerale presente in piccole quantità nel nostro organismo e contribuisce a proteggere le cellule dallo stress ossidativo. È essenziale per la riproduzione.

Perché l'acido folico è così importante?

L'Acido Folico influisce positivamente nello sviluppo del tubo neurale del feto e riduce il rischio di danni. Infatti, l’acido folico agisce per prevenire malformazioni come la labio-palatoschisi e alcuni difetti cardiaci congeniti. Diversi studi hanno dimostrato che le donne che assumono acido folico prima del concepimento hanno una probabilità inferiore al 50% di parto prematuro.

Cosa non serve integrare

Alcune vitamine non occorre assumerle attraverso il cibo e/o le integrazioni perché vengono già prodotte dal nostro corpo:

  • Vitamina A: è un potente antiossidante e fa parte delle vitamine liposolubili, quelle cioè che possono essere accumulate nel fegato e non è dunque necessario assumerle con regolarità attraverso i cibi. Il corpo le conserva e le rilascia a piccole dosi quando siano divenute necessarie.
  • Vitamina E: una dieta equilibrata e varia permette di assumerne la quantità giusta, senza necessità di integrazioni. È molto importante per la fertilità.

Alimentazione, integratori e fertilità sono correlati? 

Assolutamente sì. L’alimentazione, la normalizzazione del peso e le integrazioni sono elementi fondamentali fin dall’epoca pre-concepimento. In quest’epoca un adeguato apporto di alimenti antiossidanti svolge un effetto protettivo sulle cellule uovo e sugli spermatozoi e aiuta a garantire un corretto sviluppo fetale. Si dovrebbero prediligere alimenti contenenti omega 3, vitamina D, vitamina B6 e folati. Sempre quando si programma una gravidanza è importante arrivare preparate e iniziare ad assumere queste integrazioni, secondo il parere del nostro specialista.

Le informazioni fornite su www.wamily.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.
Sfondo autopromo
Famiglia significa NOI
api url views