16 Giugno 2023
13:24

«Mio figlio strappato da sto mondo infame. Ti ameremo per sempre»: la disperazione del papà di Manuel, morto a 5 anni nell’incidente con i Borderline

«Con quel che resta del nostro cuore vi ringrazio. Rip Polpi» sono le parole del papà di Manuel a due giorni dall'incidente che ha portato via per sempre il figlio di 5 anni.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Wamily
41 condivisioni
«Mio figlio strappato da sto mondo infame. Ti ameremo per sempre»: la disperazione del papà di Manuel, morto a 5 anni nell’incidente con i Borderline
Immagine

Distrutto dal dolore, rompe il silenzio Marco Proietti, il papà di Manuel, il piccolo travolto e ucciso nell’incidente di mercoledì pomeriggio a Casal Palocco, a Roma. «Ti ameremo per sempre. Mio figlio strappato da ‘sto mondo infame» ha scritto in una storia sul Instagram rivolgendosi al figlio Manuel, di 5 anni, la cui vita è stata spezzata quando il Suv guidato dai giovani youtubers si è schiantato ad alta velocità contro la Smart su cui viaggiavano mamma Elena, il piccolo Manuel e la sorellina Aurora. Il papà ha trovato spazio, in mezzo a quella sofferenza atroce, anche per un messaggio di gratitudine indirizzato alla comunità per il sostegno ricevuto in questi due giorni. «Con quel che resta del nostro cuore vi ringrazio» si legge tra le righe commosse.

È sotto shock l’intera comunità di Casal Palocco, il quartiere residenziale a sud-ovest di Roma dove si è consumata la tragedia. La mamma di Manuel, Elena Uccello, di 29 anni, viaggiava sulla sua Smart con a bordo i figli Manuel, di 5 anni, e Aurora, di 4, seduti sui seggiolini posteriori, e si stava accingendo a svoltare a sinistra, quando un Suv, Lamborghini a noleggio lanciato a 110 chilometri orari, le ha tagliato la strada, e la vita di uno dei suoi due piccoli. L’impatto è stato fatale per Manuel, mentre la mamma e la sorella sono state trasportare d’urgenza all’Ospedale Sant’Eugenio di Roma, dove Elena è ancora ricoverata. Aurora, invece, è stata da poco dimessa dall’Ospedale Bambino Gesù di Roma, dove nel frattempo era stata trasferita.

Il luogo dello scontro mortale, in via di Macchia Saponara, è stato sommerso di fiori, disegni, giocattoli, messaggi di cordoglio e vicinanza alla famiglia. È lì che il papà di Manuel è accorso subito dopo l’impatto. Un video, che sta circolando di chat in chat, lo ha immortalato mentre, in preda allo struggimento, urlava e inveiva contro gli autori dell’incidente. La procura di Roma affiderà nelle prossime ore l’incarico ad un consulente per analizzare il telefono del 20enne youtuber che era alla guida del Suv, alla ricerca di un video che incastri i ragazzi. Nel frattempo, i pm hanno aperto un fascicolo per omicidio stradale e lesioni.

Avatar utente
Rachele Turina
Redattrice
Nata a Mantova, sono laureata in Lettere e specializzata in Filologia. Antichità e scrittura sono le mie passioni, che ho conciliato a Roma, dove ho seguito un Master in Giornalismo concedendomi passeggiate fra i resti romani (e abbondanti carbonare). Il lavoro mi ha riportato nella Terra della Polenta, dove ho lavorato nella cronaca e nella comunicazione politica. Dall’alto del mio metro e 60, oggi scrivo di famiglie, con l’obiettivo di fotografare la realtà, sdoganare i tabù e rendere comodo quel che è ancora scomodo. Impazzisco per il sushi, il numero sette e le persone vere.
Sfondo autopromo
Famiglia significa NOI
api url views