8 Febbraio 2024
10:00

Come insegnare ai bambini a impugnare correttamente la matita

Per imparare a impugnare la matita correttamente il bambino deve apprendere la presa a pinza, ovvero ad afferrare la penna con indice e pollice, sostenendola con il medio. Deve anche stare seduto correttamente e allenare la motricità fine, con qualche piccolo gioco o esercizio.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Wamily
54 condivisioni
Come insegnare ai bambini a impugnare correttamente la matita
bambina impara a scrivere

Impugnare correttamente una matita può essere estremamente difficile per i bambini che hanno manine piccole e devono ancora affinare la coordinazione mano-occhio. É però molto importante impostare l’impugnatura fin da subito, perché i bimbi potranno imparare a scrivere con più facilità. Inoltre, se si abitua a tenere la penna in modo scorretto, correggerlo potrebbe essere difficile e si rischia di cronicizzare una presa errata, che può causare dolore alla mano, crampi ma anche una calligrafia brutta e poco leggibile.

Impugnatura corretta della matita

L’impugnatura corretta si chiama a pinza superiore e il pollice e l’indice sono fondamentali per sostenere la penna, mentre il medio funge da appoggio. La matita deve essere impugnata a circa 2 cm dalla punta, tenuta ferma con il polpastrello di pollice e indice, mentre appoggia nell’incavo della mano. Il medio deve scivolare sotto la matita e “lavorare come sostegno”, mentre le altre dita saranno piegate. La penna va inclinata di almeno 45 gradi rispetto al piano di scrittura. Questa presa diventerà comoda e automatica con il tempo. Bisogna avere un po' di pazienza.

La postura

Ad alcuni bimbi viene spontanea, altri invece hanno bisogno di essere aiutati, possibilmente dalla postura. Stare seduti correttamente favorisce un’impugnatura adeguata. É, dunque, importante che il piccolo sia seduto:

  • in modo comodo
  • con la schiena dritta
  • i piedi appoggiati a terra con le ginocchia che formano un angolo di 90 gradi
  • l'avambraccio appoggiato al tavolo
presa a pinza

Come stimolare la motricità fine

Per impugnare la penna correttamente è importante avere già una motricità fine sufficiente allenata. Nel caso il bambino faccia un po’ fatica è possibile aiutarlo con semplici consigli o esercizi, come:

  • Evitare i pennarelli, perché hanno una struttura circolare che non permette un’impugnatura adeguata
  • Usare le forbici per ritagliare. Il genitore deve verificare che impugni correttamente la forbice con il pollice nel primo anello e indice e medio nel successivo.
  • Usare con i pastelli grandi e le matite "grasse". Ci vuole meno sforzo per scrivere e colorare con loro perché la presa è più grande e il risultato è meno definito richiedendo meno coordinazione.
  • Usare matite triangolari. Alcune hanno anche dei puntini in rilievo nella prima parte della matita, che servono sia come guida sia per non far scivolare le dita.
  • Imparare ad allacciarsi le scarpe. Esistono delle scarpe in cartone con lacci colorati, se non vogliamo fargli usare le scarpe vere. Fare i nodi può essere utile sia per renderlo autonomo, sia per migliorare la coordinazione occhio-mano.
  • Scrivere le lettere nella sabbia o nella farina con le dita. Il pregrafismo può iniziare proprio disegnano nella sabbia o nella farina con le dita. E' molto divertente e permette di allenare anche la muscolatura delle mani.
  • Usare il pencil grip, che aiuta i bambini a tenere correttamente le matite. Sono morbide impugnature in gomma o in silicone, che aiutano le manine dei bambini a posizionarsi nel modo giusto
impugnare la matita

 Rischi di impugnatura errata

Impugnare scorrettamente la matita o la penna può avere delle conseguenze sia sulla capacità di scrivere del bambino, ma anche sulla sua salute, perché potrebbe sviluppare:

  • Tensioni muscolari: stare seduto male e tenere male la matita può provocare dolore al collo, alla spalla, al braccio, al polso, alla mano e alle dita.
  • Disfunzioni visive: stare piegati in avanti, magari portando il viso vicino alla matita, può danneggiare la vista.
  • Scoliosi e problemi posturali
  • Imbarazzo e difficoltà di apprendimento
  • Diminuzione della forza della mano. Se un bambino non ha sviluppato abbastanza forza nel pollice e nell'indice per afferrare la matita e fare affidamento sul dito medio solo per mantenere l'equilibrio, allora il quarto dito si insinua per recuperare il gioco
  • Diminuzione della coordinazione delle mani. Le dita e la mano sono controllate da un sistema di 35 muscoli all'interno della mano e lungo l'avambraccio. Molti bambini non hanno abbastanza pratica per coordinarsi con la posizione in cui tengono la matita.
  • Diminuzione della stabilità della spalla. Affinché la mano possa muoversi liberamente e in modo coordinato, il braccio, la testa e il corpo devono fornire una base stabile. È qualcosa a cui potresti non aver pensato, ma prova a prendere una matita davanti a te alzando le spalle e muovendo la testa. Anche un adulto avrà difficoltà a coordinarlo! Il nostro corpo risolve questo problema con un sistema davvero sorprendente che collega il nostro braccio al corpo/collo attraverso la clavicola e la scapola. I muscoli in queste aree devono avere forza, resistenza e coordinazione per consentire i movimenti motori fini della mano.
Sfondo autopromo
Famiglia significa NOI
api url views