rubrica
Tragifamily

Bilanci di fine quadrimestre: prima di giudicare nostro figlio, ricordiamoci di come andavamo noi a scuola

La fine del quadrimestre coincide coi giudizi dati non tanto dagli insegnanti, quanto dai genitori che inventano favole sul loro rendimento scolastico da bambini.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Wamily
24 Gennaio 2024
17:00
1 condivisione
Bilanci di fine quadrimestre: prima di giudicare nostro figlio, ricordiamoci di come andavamo noi a scuola
Immagine
Stai leggendo Tragifamily non perderti altri contenuti di Wamily
Immagine

Chi di noi non ricorda l'ansia di fine gennaio, quella simpatica attesa di fine quadrimestre, le aspettative più o meno scarse sulla pagella! Almeno ai nostri tempi: per la primaria, attualmente, sembra essere tutto cambiato e faccine tristi o sorridenti oppure livelli come "base", "intermedio", "avanzato" hanno sostituito i giudizi. Non che ami voti e giudizi, ma già abbiamo perso i due terzi del nostro vocabolario, disegnare emoji non mi sembra la soluzione migliore.

In ogni caso, il gioioso clima delle valutazioni è qui con noi. Non sono tanto le valutazioni "ufficiali" degli insegnanti a mettere ansia, quanto le nostre, quelle "ufficiose". Sbirciare i componimenti dei ragazzi e notare un errore secondo noi macroscopico, intercettare ragionamenti un po' strampalati su un quesito di matematica che a noi sembra elementare… Ecco, appunto: a noi sembra elementare. E, se abbiamo figli tra i sei e i dieci anni, deve esserlo.

Vi siete mai morsi le labbra per non urlare: "Il perimetro! Devi calcolare il perimetro!"? No? Beh, dovreste. Dobbiamo imparare a farci gli affari nostri. Il che non vuol dire abbandonare i bambini a loro stessi, ma evitare di sostituirci a loro o di avere aspettative esagerate, data la loro età. Che poi vorrei vedere quanti di noi erano così superfighi in matematica, a otto anni.

Personalmente, è sempre una tortura stare in silenzio mentre fa i compiti, a meno che non mi chieda esplicitamente un aiuto. E anche là cerco di fare la vaga per farla arrivare da sola alla soluzione. Ammesso e non concesso che io sia in grado di aiutarla, perché le divisioni per me sono un mistero come la tabellina dell'8.

Per il genitore medio, in ogni caso, il figlio è sempre troppo indietro, sa sempre troppe poche cose, "io alla sua età…"

Ma per favore! Bambini, chiamate i vostri nonni e i vostri zii e chiedete come andavano i vostri genitori a scuola. Sono convinta che potreste scoprire cose molto interessanti.

Sfondo autopromo
Famiglia significa NOI
api url views