10 Febbraio 2024
18:00

Quali spezie possono mangiare i bambini?

Le spezie sono un alleato già durante lo svezzamento, per allenare i piccoli ad assaggiare sapori sempre diversi. Rosmarino, curcuma, timo, zenzero e cannella possono essere aggiunti alle pappe. Meglio evitare il piccante per i primi tempi.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Wamily
A cura di Sophia Crotti
32 condivisioni
Quali spezie possono mangiare i bambini?
spezie bambini

È risaputo che i bimbi, soprattutto prima di aver compiuto un anno di vita, dovrebbero evitare cibi salati, perché i loro reni non sono ancora pronti ad assimilare la sostanza. Ma speziato e salato non sono sinonimi, la Società Italiana di Pediatria (Sip), infatti, ha inserito tra i falsi miti da sfatare nell'alimentazione dei bambini, il fatto che le spezie siano per loro bandite.

I bambini possono eccome mangiare i cibi speziati, anzi queste polveri dai sapori gustosi, possono aiutarli ad apprezzare maggiormente anche le verdura davanti alle quali storcono il naso. Tra le spezie consigliate vi sono quelle dolci come cannella, curcuma ed anice, per il piccante sarà meglio aspettare un po', prima che sapori troppo forti danneggino le papille gustative dei piccoli.

La cosa importante è riservare ai bambini le spezie più fresche, evitando di riaprire barattoli che si trovano da anni sullo scaffale, così che quando il piccolo avrà superato i 6 mesi, si potranno aggiungere a poco a poco le spezie alle sue pappe.

Le migliori spezie per i bambini

Diverse sono le spezie da poter dare ai piccoli,  per insaporire le pappe e abituarli a gusti sempre nuovi, molto importante è fare attenzione alle quantità, iniziando con 0.2-0.3 g al massimo. Per abituare il piccolo a sempre nuovi sapori possiamo scegliere tra le seguenti spezie, avendo cura di sottoporle al suo palato una volta ogni 4 giorni:

La cannella

Questa spezia che spesso viene spolverata sulla cioccolata calda o viene inserita nei biscotti di Natale ha ottime proprietà per i bambini, rafforza il sistema immunitario, può diminuire il livello di zuccheri nel sangue, è anti infiammatoria e mantiene regolare la pressione sanguigna. La cannella è un ottimo sostituto dello zucchero. Importante è insaporire con piccole quantità di cannella i piatti, e non lasciare che i bimbi respirino troppo vicino al barattolo, può infatti irritare le vie respiratorie.

Il cumino

Questa spezia è tipica della cucina orientale, leggermente piccante ha diverse proprietà, rende il cibo più digeribile e riduce le bolle gassose che spesso si creano nella pancia dei neonati dando inizio alle fastidiosissime coliche neonatali. Inoltre il cumino è ricco di ferro e vitamine dalle proprietà antiossidanti. Si sposa molto bene con le patate quindi quando c'è questo tubero nella pappa possiamo aggiungere una spolverata della spezia.

Lo zenzero

Meglio inserirlo nella dieta dei bambini dopo 1 anno di età. Le sue proprietà sono innumerevoli ma il piccolo deve essere pronto al suo gusto un po' piccantino. Si può inserire nei frullati o nelle puree di frutta. È la spezia che per eccellenza favorisce la digestione ed è antinfiammatoria e antitrombotica.

La noce moscata

Molto usata nella cucina italiana, la noce moscata spesso non piace ai bambini, ma le sue proprietà sono innumerevoli, aiuta a digerire, è ricca di potassio, regola la pressione sanguigna e aiuta i reni ad eliminare le tossine. Crescendo i piccoli l'apprezzeranno di certo nella besciamella.

Il coriandolo

Tante sono le proprietà del coriandolo, similissimo al prezzemolo nell'aspetto. Può aiutare nella digestione, è inoltre energizzante e stimola l'attività cerebrale. Buono da aggiungere ad una pappa a base di pollo o insieme a patate e avocado.

La curcuma

Dal tipico colore arancione questa spezia ha benefici per i bimbi, che potranno assumerla fin dallo svezzamento.

spezie ai bambini

Sembra in grado di stimolare le cellule del sistema immunitario che attivano a loro volta protezione sul sistema nervoso e sul cervello. Ottima per insaporire le zuppe e renderle più gustose per i palato dei piccoli.

Timo, rosmarino, origano

Ottimi per insaporire i piatti dei più piccoli, hanno ciascuno delle proprietà specifiche, se il timo è ricostituente ed energizzante, l'origano è ottimo per favorire la motilità intestinale dei più piccoli. Il rosmarino invece, condimento sempre amato dai più piccoli fa benissimo anche ai loro denti e alle loro ossa.

Spezie da evitare per i bambini

Quando si parla di spezie per i bambini piccoli, è meglio evitare peperoncino, rafano, pepe e paprika piccante poiché potrebbero avere ripercussioni sulle papille gustative dei bambini, portandoli anche a voler rifiutare il cibo. Il piccante inoltre potrebbe irritare le pareti gastriche dei piccoli, ancora in via di sviluppo e rinforzo.

Il consiglio della pediatra

Le erbe e le spezie possono migliorare l’accettazione  delle verdure da parte dei bambini perché offrono un'ampia gamma di sapori senza apportare ulteriore energia.

Inoltre, sono ricche di polifenoli e altri antiossidanti che sono stati associati alla prevenzione di malattie come il cancro, il diabete di tipo 2 e alcune malattie neurodegenerative. Resta però sempre valida l'indicazione di confrontarsi con il pediatra prima di introdurle nella dieta del bambino.

Avatar utente
Sophia Crotti
Redattrice
Credo nella bontà e nella debolezza, ho imparato a indagare per cogliere sempre la verità. Mi piace il rosa, la musica italiana e ridere di gusto anche se mi commuove tutto. Amo scrivere da quando sono piccola e non ho mai smesso, tra i banchi di Lettere prima e tra quelli di Editoria e Giornalismo, poi. Conservo gelosamente i miei occhi da bambina, che indosso mentre scrivo fiduciosa che un giorno tutte le famiglie avranno gli stessi diritti, perché solo l’amore (e concedersi qualche errore) è l’ingrediente fondamentale per essere dei buoni genitori.
Sfondo autopromo
Famiglia significa NOI
api url views