11 Febbraio 2024
18:00

Come insegnare a colorare ai bambini

Imparare a colorare, rispettando i margini e riempiendo lo spazio, non è facile. I bimbi iniziano a esercitarsi nell'uso dei colori già dopo il primo anno di vita e possiamo guidarli in questa competenza, aiutandoli con materiale adatto e disegnando con loro.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Wamily
Ti piace questo contenuto?
Come insegnare a colorare ai bambini
imparare a colorare

Colorare è un’ importante abilità motoria fine, che i bambini acquisiscono con il tempo. Si inizia scarabocchiano, si prosegue colorando e poi scrivendo e disegnando con cura. Dargli l’opportunità di “esercitare il gesto grafico” a piacimento può aiutarli a sviluppare forza e controllo nelle dita. Alcuni bimbi potrebbero essere fin da subito predisposti all’uso dei colori, altri invece avranno bisogno di più tempo e maggior supporto.

I piccoli iniziano a colorare con consapevolezza all’età di 2 anni, ma già verso i 12 mesi imparano a distinguere e nominare i colori e le forme. Queste competenze possono essere stimolate dai genitori durante il gioco e le letture. É sufficiente indicare i colori degli oggetti di uso quotidiano, chiedere ai bambini di ordinare gli oggetti per colore e incoraggiare i bambini a realizzare opere d'arte colorate.

Per iniziare a colorare, fissiamo dei fogli di carta sul vassoio del seggiolone, sul pavimento o su tavolino, stile Montessori, e aiutiamolo a prendere la matita o il pastello a cera con la sua manina. Poiché è probabile che si metta in bocca tutto ciò con cui sta colorando, assicuriamoci che tutti i materiali non siano tossici: fortunatamente, la maggior parte dei prodotti artistici adatti ai bambini sono sicuri, tuttavia, è bene evitare matite sottili e penne a punta fine.

Ricordiamoci sempre che i bambini imparano imitando i comportamenti degli altri. Pertanto, uno dei modi migliori per insegnare ai piccoli a colorare consiste nel sedersi e farlo insieme a loro! Questo ci dà anche una grande opportunità passare del tempo insieme e insegnargli i colori che sta usando.

A che età i bambini iniziano a colorare

La maggior parte dei bambini è pronta per iniziare a colorare e a scarabocchiare tra i 12 e i 15 mesi, ma come tutte le cose legate allo sviluppo, imparare a disegnare è un processo che avviene in fasi. E quello che un piccolo può fare a 1 anno, ovviamente, è molto diverso da quello che saprà fare a 10 anni.

  • Da 12 a 15 mesi: a questa età, i bambini usano i pastelli principalmente per realizzare segni grafici casuali, macchie e scarabocchi involontari.
  • Da 15 a 18 mesi: gli scarabocchi e i colori del nostro bambino passeranno all'interpretazione espressiva. Potremmo non essere in grado di vedere un disegno di senso compiuto, ma lasciamolo sperimentare.
  • Da 18 a 24 mesi: gli scarabocchi sono più consapevoli e probabilmente riempiranno più spazio sul foglio. A questa età, ogni tratto di pastello rappresenta qualcosa per il nostro piccolo artista.
primi gesti grafici

Come aiutare il bambino tra i 2 e i 4 anni

Lasciamo libero di creare il bambino tra i 2 i 4 anni, ma anche se piccolino, controlliamogli la postura. Facciamo in modo che il suo avambraccio sia appoggiato sul tavolo e il movimento di colorazione avanti e indietro provenga dal polso. Dovremmo osservare il polso che si piega avanti e indietro e non il bambino che muove l'intero braccio per colorare. Se l'avambraccio del bambino non è sul tavolo e usa l'intero braccio per colorare, possiamo provare a utilizzare una superficie verticale come una lavagna o una tavola inclinata. E' importante anche curare l'impugnatura delle matite.

A questa età è importante fornire ai bambini matitoni e pastelli a cera grossi, con cui possono divertirsi semplicemente a "pasticciare". Per imparare a colorare bene il  bambino deve acquisire forza nella mano. Per stimolare la forza facciamolo giocare con pasta modellabile, stucco o facciamogli afferrare e stringere oggetti come pinzette o mollette.

Come aiutare il bambino dai 5 agli 6 anni

Il bambino dai 5 agli 8 anni è molto più consapevole di ciò che vuole realizzare e, probabilmente, sta anche imparando a scrivere. La principale difficoltà è capire come riempire gli spazi e dipingere dentro ai margini.  Possiamo quindi proporre delle forme semplici, per esempio cerchi e quadrati, o animali molto grandi e stilizzati, chiedendo al bambino di usare dei colori specifici. Non importa che il risultato non sia preciso, ma già inserire il colore chiesto nella forma sarà un primo successo.

Una delle parti più complicate della colorazione, oltre a imparare a riempire lo spazio, è cercare di rimanere all'interno delle linee. Facciamogli usare delle matite grandi, dei pastelli a cera o dei pennarelli a punta grossa. Può, con questi strumenti, esercitarsi a ripassare i contorni delle forme, che devono avere margini spessi. Questo esercizio stimola l’intelligenza spaziale e aiuta i bambini a sviluppare consapevolezza degli oggetti.

colorare con la mamma

Come aiutare il bambino dai 7 ai 10 anni

Tra i 7 e i 10 anni arriva la scoperta di sè e del suo talento. E' una fase in cui il bambino consolida le sue competenze e inizia a dare proporzione alle forme. Può quindi esercitarsi a creare le sfumature, usando sia le matite sia le tempere, ma può anche sperimentare delle tecniche, come il collage, il pointillisme, magari usando dei pennarelli. Possiamo aiutarlo con dei semplici tutorial che si possono tranquillamente trovare online, affinché il piccolo possa trasformare delle forme geometriche in case, animali o fiori.  La cosa più importante però è sostenerlo. Ricordiamogli sempre quanto è bravo, magari complimentandoci per la scelta dei colori e per la sua creatività.

Sfondo autopromo
Famiglia significa NOI
api url views